Oggi ho trascorso la maggior parte del mio tempo giocando con la piantina di una casa da creare, immaginando pareti, tramezzi, finestre, arredamenti possibili nella speranza di trovare almeno nella mia mente la soluzione per una casa immaginaria. Dobbiamo ristrutturare la mansarda e trovare il modo migliore per farlo. E dobbiamo farlo relativamente in fretta, come tutto del resto, perché dobbiamo rispettare la data scelta, fissata.
E poi devo studiare, laurearmi (e questo fine settimana diciamo che non ho praticamente neppure aperto un libro).
E poi dobbiamo chiedere un prestito che finiremo di pagare chissà quando. E poi…

Sono talmente tante le cose da fare che mi viene l’orticaria al solo pensarci.